2020/02 L’evoluzione degli adesivi Union Foam

Per rispondere agli aggiornamenti normativi sempre più esigenti in tema di sicurezza e prestazioni – settore caratterizzato da continue evoluzioni del mercato – e per semplificare ai clienti la scelta degli adesivi monocomponenti ad alta resistenza termica, Union Foam ha scelto di razionalizzare l’offerta, proponendo:

• per le applicazioni standard l’adesivo CNX S in sostituzione della versione CNX
• per le applicazioni in alta temperatura fino a 150°C la colla monocomponente CNX AT1 (in particolar modo consigliata per i prodotti Eurobatex AT) in sostituzione della CNX AT che necessitava di un attivatore da aggiungere prima dell’utilizzo.

Entrambi sono adesivi neoprenici a base solvente e, in particolare, la nuova colla della serie CNX S si differenzia rispetto alla versione precedente per l’aumento del tempo utile di adesione, la trasparenza dopo applicazione e la viscosità del prodotto.

Il tempo utile di adesione, definito anche “open time” o “tack time”, è un parametro fondamentale per ottenere un incollaggio ottimale dopo l’applicazione del prodotto. Si tratta dell’arco temporale che intercorre a partire dal momento in cui il solvente è evaporato dalla miscela (adesivo pronto per l’incollaggio) al momento in cui l’adesivo inizia a seccare (risultando non più idoneo all’incollaggio).
L’estensione di questo arco temporale risulta quindi vantaggiosa per chi applica l’adesivo in successione su ampi tratti di elastomero prima dell’installazione, senza rischiare di far seccare precocemente l’adesivo e doverlo applicare nuovamente. Questo risultato è stato ottenuto senza inficiare negativamente il tempo minimo di attesa per l’evaporazione del solvente, rimasto invariato rispetto alla precedente versione.

La nuova formulazione, inoltre, permette di ottenere film di adesivo molto trasparente dopo l’evaporazione del solvente. Eventuali sbavature ottenute durante l’installazione risultano quindi difficilmente individuabili, a beneficio di un’estetica migliore dell’intero impianto.

Per ultimo Union Foam ha ottimizzato la viscosità del prodotto: rendendo la miscela leggermente più fluida, la stesura dell’adesivo risulta più agevole, consentendo un’applicazione nettamente più rapida. È inoltre possibile passare su una zona dove è già presente dell’adesivo senza incorrere nella formazione di fastidiosi filamenti.

CNX S presenta un basso contenuto di sostanze organiche volatili (VOC)
Non essendo ad oggi presente un regolamento Europeo in tema di emissioni di VOC, Union Foam ha scelto quello francese inerente ai prodotti da costruzione come punto di riferimento, in modo da poter offrire un’informazione chiara ed univoca ai propri clienti.
Tale regolamento prevede l’apposizione di un’etichetta in cui sia espressamente indicato il livello di classificazione relativo all’emissione di sostanze volatili in una scala da A+ (livello minimo) a C.
L’adesivo CNX S rientra a pieno titolo nella classificazione A+, la migliore possibile.

Gli adesivi Union Foam sono disponibili in latte da 200g (0,23 litri), 425g (0,5 litri) e 850g (1 litro).
In quanto a base solvente, il prodotto deve rimanere esposto all’aria il minimo tempo possibile per prevenirne l’evaporazione. A tale scopo si raccomanda di travasare in un secondo contenitore piccole quantità di adesivo per volta mantenendo accuratamente sigillata la confezione originale.

Union Foam ha già avviato il processo di ottenimento del codice UFI (Unique Formula Identifier) dei propri adesivi, in anticipo rispetto alle scadenze di legge. Questo codice di 16 caratteri sarà presente sull’etichetta del prodotto e servirà per agevolare la comunicazione con il centro antiveleni fornendo un’informazione univoca grazie alla quale potrà essere garantita la migliore assistenza possibile in caso di intossicazione.